compleanno di mozart

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mer 27 Gen 2016 - 16:10

dal mio fb

Oggi Mozart compie 260 anni. Il quadro che vedete è una Regina della Notte, celeberrimo personaggio del suo Flauto Magico. L’ho dipinto nel 2008. L’ho concepito ben prima, però. Per me dipingere è sempre stata un’enorme fatica psicofisica: mi viene in mente un’idea, ci rimugino per mesi, cerco immagini, fonti d’ispirazione, suoni, esperienze, qualsiasi cosa che possa essere messo dentro un calderone che darà vita al quadro per poi magari essere tolto e lasciarne solo qualke traccia che però può essere utile nel significato. Prima che metta mano alla tela può passare anche un anno di rimescolamenti ,ripensamenti e logorii interiori vari. Naturalmente faccio dei disegni prapartori, molto sofferti. Poi arrivo alla tela. Credo di essere l’unico pittore al mondo che ama la tela bianca: è ancora un potenziale capolavoro. Appena ci metto le mani cominciano liti, parolacce ( ovviamente contro il dipinto), senso di inadeguatezza. Ma anche salti di gioia quando arriva LA pennellata GIUSTA. Questo quadro fa parte di una serie dedicata alle arti sceniche, argomento che mi ispira profondamente da quando scrivo di teatro e danza, fin partendo dal cinema, ovviamente. Ma per quanto abbia sempre divorato cinema e tv, il teatro e l’opera, ma soprattutto la danza, mi hanno influenzata parecchio. A volte un allestimento mi colpisce e voglio riportarlo, generalmente mi immagino io regista del mio quadro ( la composizione dell’immagine segue criteri simili a quelli registici) e mi chiedo: come vorrei che fosse questo personaggio? Che ambiente vorrei che avesse intorno? Che rapporto vorrei che avesse con tutto ciò che è in scena, si tratti di altri personaggi o di oggetti o anche di spazio vuoto?? Voglio che faccia breccia nella quarta parete? Come deve relazionarsi con chi osserva? Naturalmente ,o forse no ma almeno nei miei limiti, a queste domande rispondo con scelte estetiche e formali. Anche logistiche, di gestione dello spazio. In questo caso: dovevo dipingere la regina della notte, canta pochissimo nell’opera ma se si pensa al Flauto Magico si pensa immediatamente a lei, più che ai papageni, pamina, zarastro eccetera. È LEI la pietra miliare dell’opera, quella per cui il Flauto viene poco rappresentato perché non si trovano più soprani che arrivino tanto in alto. Problema: la tela misura un metro quadrato esatto. Devo dipingere un scena che la renda riconoscibile. Astri Fiammante vuole che la figlia uccida Zarastro, che è il vero padre ma la ragazza non lo sa. La madre porge un pugnale alla figlia per uccidere Zarastro. Ragionevolmente, per rendere la scena dovrei mettere Astri fiammante in mezzo, Zarastro di lato e Pamina dall’altro lato. Ma ho un solo metro di larghezza e nei miei immensi limiti tecnici, non riuscirei a rendere le immagini leggibili. Allora potrei mostrare Astrifiammante che dà il pugnale alla figlia, ma porgendo il pugnale alla figlia potrebbe sembrare che magari si vuole uccidere stessa lei, anche se terrebbe il pugnale in mano dalla lama offrendo l’elsa alla ragazza. E poi la narrazione della composizione è squilibrata, manca l’antagonista: “Pamina uccidilo!- Chi?? Siamo solo io e te qui”. Niente. Devo togliere anche Pamina. Tanto Astrifiammante basta a se stessa, con la sua cattiveria angelica e paradossale degna di quel geniaccio insondabile di Amadeus che , come Shakespeare, mette in scena il paradosso in un modo da far andare fuori di testa qualsiasi persona che voglia veramente immergersi nei personaggi e nell’atmosfera. Dai , ma come si fa? Du bist meine Tochter nimmermehr : non sarai mai più mia figlia (se non lo uccidi). Oh, mai più eh. E poi ci piazza quel vocalizzo, forse il più famoso della storia, in cui sembra veramente di sentire una voce che arriva dal paradiso. E invece dal paradiso tua madre invoca la vendetta dell’inferno dentro al suo cuore (Der Hölle Rache kocht in meinem Herzen) e dice che se non uccidi tuo padre non avrai più una madre. Ci vuole un gran fegato a scrivere una roba così. O una grandissimo spirito di sacrificio, cioè metti in discussione tutti i tuoi sentimenti, convinzioni, senso di giustizia, convenzioni affettive e sociali, devi avere un’apertura mentale anche su te stesso, non solo sul mondo che osservi, perché le cose le puoi anche vedere e capire ma puoi rifiutarle e quindi non scriverne. Lui ne scrive e poi c’è chi deve interpretarle. Insomma, accettato che in scena lascio Astrifiammante da sola ora si tratta di estetizzarla e renderla riconoscibile. Che faccia le do? La voglio figa, tipo antieroe dei fumetti. Morticia Addams ? Troppo pucci pucci: è unan dark pre- punk ma alla fine è una madre di famiglia amorevole. Non va bene. la stessa attrice, Carolyn Jones , interpretò nella fantasticamente gay serie tv di batman e robin degli anni ’60 la regina dei diamanti. Troppo luminosa. Un momento: Uma Thurman-poison ivy?? La tingo tutta di blu come la notte dandole varie sfumature e iridescenze, la figaggine c’è, l’allure da dea botticelliana pure, poi si kiama poison, ha un’estetica un po’ drag, un’espressione tra il languido e il minaccioso, è PERFETTA. Ok lei c’è. Poi: ambientazione. Siamo didascalici e mettiamoci un cielo stellato. Si ma lo voglio inquietante, pauroso. Chi ha espresso meglio nella storia moderna e contemporanea l’angoscia associata all’oscurità? Secondo me l’espressionismo. Anche nel cinema, si avvalevano di queste immagini distorte, visivamente finte, che il cinema animava e nonostante l’immagine in movimento, si voleva sfruttare in ogni caso la visione bidimensionale pittorica delle prospettive deformate e delle figure stilizzate ma allo stesso tempo marcate ed esagerate. Il Gabinetto del dottor Caligari. Sisi. Antesignano dei film horror, opera assoluta meravigliosa. Le stelle le voglio brutte, storte, deformi. Come la realtà distorta dal dottor Caligari, come Astrifiammante che vuole piegare il mondo e la figlia. Ora che il cielo è sistemato, vediamo come caratterizzare il personaggio. Il pugnale ci deve essere, altrimenti è una gnocca qualsiasi. La vicenda è ambientata in Egitto. Cerca pugnale egizio su google. Caccia al tesoro, lo trovo. E lo copio. Cercando di rendere il più possibile la semitrasparenza della pietra. Ok ma dove glielo metto? In mano non ho spazio e poi a chi lo dà? Ok teorie e tecniche del fuori campo ma qui non funziona. Ma certo: è gnocca, è crudele, glielo sistemo tra le tette! Pronto all’uso, lui sta lì in attesa di essere usato, e poi fa scena il pugnale messo lì. Ovviamente questa non si può permettere due bustine da tè e poi per me sotto la quarta non si possono chiamare tette. E già che ci sono le metto anche il piercing al capezzolo, roba da duri. Trucco d’ordinanza: una cosa da drag come piace a me. E poi è teatro. Che poi DRAG queen deriva da una nota a margine che scriveva Shakespeare agli attori quando dovevano interpretare un ruolo femminile: Dressed As a Girl. Drag. Diffidate degli americanismi politically correct come drag king. Insomma siccome io ho una passione per il disegno delle mani ed è una delle poche cose che mi riesce abbastanza bene, ovviamente almeno una mano la mostro. Però non mano nuda, perché fare questa concessione? Dei bei guanti di velluto,lunghi. Vabè non so se il velluto si capisce ma l’ intenzione spero si capisca. Naturalmente con i bottoni sui polsi, se avete visto “’L’età dell’innocenza” la scena della cena in cui Scorsese copia la cena del Gattopardo di Visconti capite di che parlo. Li portavo anche io quando avevo le unghie più corte: il guanto non si sfila, si apre sui polsi e si rimboccano le dita, per cenare. Poi finita la cena si ricompone il guanto (cercasi guantaio napoletano per realizzarmeli su misura). Poi un corsetto, ovviamente mezza nuda, un po’ perché ‘sto piercing da dura lo devo mostrare ma soprattutto perché devo creare un campo utile che faccia risaltare il pugnale: verosimilmente, se ‘ste due tette le costringo nel corsetto, il pugnale scompare, se invece il corsetto lo lascio più basso, alzando il braccio, il pettorale solleva la tetta e mi rende il pugnale leggibile. Ora che la problematica muscolare è risolta mi do al costume: il corsetto lo faccio tipo shantung di seta cangiante, iridescente, tipo i capelli. Che poi anche a me piacerebbe da morire avere quei capelli così solo che ho i capelli terroni e se li decoloro forte sembro un limone di Sorrento e non voglio correre il rischio che se ci do un viola sopra mi ritrovo con un verde. In testa che le metto? Abbiamo visto astrifiammanti con sopra di tutto, anche tipo lampadari. Direi che nell’economia del quadro che è già abbastanza ricco di riferimenti e spunti alleggerirei il copricapo al minimo. Un po’ perché a livello di composizione, se le metto un lampadario in testa, la figura rimane schiacciata verso il basso , poi scompare tutto il resto, a me interessa che si capisca che è stronza guardandola in faccia, per il suo atteggiamento del corpo. Quindi una fila di sfere di cristallo di rocca andranno benissimo. Sono glaciali e hanno un aspetto lunare. Bene. Parafrasando Hitchock: il quadro è pronto, ora bisogna solo dipingerlo. Anni dopo , vedendo su rai5 un allestimento della stesa opera, forse di Roberto De Simone ma non ne sono sicura, vedo che Astrifiammante ha un pugnale identico al mio. Soddisfatta della coincidenza, mi sento realizzata. Però che fatica confrontarsi coi geni. Alles Gute zum Geburtstag Maestro Mozart!


_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da sunflower il Mer 27 Gen 2016 - 16:52

a parte il fatto che sei bravissima a scrivere e leggerei per ore i tuoi scritti,le tue "spiegazioni" e i tuoi ragionamenti e commenti che riesci a stendere riuscendo sempre a catturare l'attenzione di chi legge (e d'altra parte sei una professionista del settore tu Smile ) ......... complimentissimi anche per il dipinto,bellissima l'idea e originalissima la realizzazione. grazie per averlo condiviso davvero ok amici
avatar
sunflower

Messaggi : 2282
Data d'iscrizione : 25.02.13
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mer 27 Gen 2016 - 20:19

ringrazio io te per la fiducia!

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da miss marple il Gio 28 Gen 2016 - 19:51

molto bella la descrizione dell'ideazione e del parto ma.........
vogliamo parlare dello sguardo porcino? rimba Cool

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Gio 28 Gen 2016 - 20:05

è voluto!!

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da sturmunddrang il Gio 28 Gen 2016 - 20:41

bello il quadro, me lo ricordo bene sisi

però non conoscevo tutta la trafila, a proposito ..... dici che prima della pensione potrò vedere il fantomatico quadro in corso d'opera? Cool

interessante l'origine di DRAG, non lo sapevo
avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Lun 1 Feb 2016 - 11:39

il quadro in corso d'opera ehehhe

penso di si

ne hoin mente altri per la danza però heheh

a dire il vero ne avevo in mente anche alcuni sulla lirica hihihihihi

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da sturmunddrang il Lun 1 Feb 2016 - 19:49

allora ciao Very Happy
avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da miss marple il Mar 2 Feb 2016 - 18:23

deve aspettare il momento dell'estro Cool

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mer 3 Feb 2016 - 9:34

triste



_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da miss marple il Mar 16 Feb 2016 - 21:05

parlando di Mozart:

Praga, Mozart-Salieri: la prima esecuzione della cantata a quattro mani
Una composizione scritta da Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Salieri insieme è stata eseguita per la prima volta dal musicista ceco Lukas Vendl presso il Museo della Musica di Praga. Il prezioso manoscritto è stato ritrovato dopo più di 200 anni negli archivi dello stesso museo e rappresenta una straordinaria scoperta nel mondo della musica. A ritrovarla è stato il musicologo tedesco Timo Jouko Herrmann, durante una ricerca tra i documenti conservati nella struttura. Lo spartito, su libretto di Lorenzo Da Ponte, risale al 1785 e si intitola "Per la ricuperata salute di Ofelia". Sia Mozart che Salieri musicarono due strofe. L'importanza della scoperta è elevata dal fatto che questa collaborazione sembra smentire il mito della rivalità tra i due. Fra i compositori della cantata appena ritrovata risulta anche un terzo nome, lo sconosciuto Cornetti.

http://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/praga-mozart-salieri-la-prima-esecuzione-della-cantata-a-quattro-mani/228893/228188?ref=HRESS-3

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Lun 22 Feb 2016 - 21:39

indimenticabile la scena delfilmi ncui compongonoilrequiem. cmq mozart era un ammiratore di salieri . tra l'altro avevanosolo 6 annidi differenza masalieri viene semrpe rappresentatocome moltopiù vekkio perchè era famosissimo in europa ed era kappelmeister

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da miss marple il Mer 24 Feb 2016 - 18:37

io fatico sempre a credere alle amicizie in contesti creativi così alti
sicuramente collaborarono e uno apprese dall'altro, ci fu per me molto rispetto ma la superiorità compositiva di mozart deve aver creato invidia

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Gio 25 Feb 2016 - 11:05

bisogna vedere se questa superiorità compositiva viene riconosciuta. nell'800 mozart è stato praticamente diemnticato perchè considerato troppo barocchetto

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: compleanno di mozart

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum