Topini di biblioteca

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Ven 24 Gen 2014 - 12:31

spirittosssa  prr 

sono eccologgicci  rimba 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Sab 25 Gen 2014 - 16:31

se vi avanza un armadio Very Happy

avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Sab 25 Gen 2014 - 17:33

questo mi piasce proprio  chupa 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 26 Gen 2014 - 21:23

sturmunddrang ha scritto:se vi avanza un armadio Very Happy


 amore amore amore 
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 2 Mar 2014 - 14:26



A dieci anni Thomas Bishop viene internato in una clinica psichiatrica dopo aver ucciso la madre che lo seviziava da sempre. Quindici anni dopo, evade dall'istituto e dà inizio a una fuga sanguinaria sul cui cammino sono ancora le donne a cadere. Un omicidio, due, poi saranno decine; Bishop tortura e uccide spostandosi da Las Vegas a Chicago, a New York. Un personaggio infero ma straordinariamente umano, del quale Shane Stevens è cronista implacabile raccontandone nel dettaglio l'infanzia e gli anni di reclusione, le quotidiane strategie di sopravvivenza e la ferocia omicida. Ne emerge un indimenticabile ritratto della follia, di quel concatenarsi di storie, incontri o mancati incontri che conducono un uomo a cedere alla violenza, all'orrore, alla distruzione dell'altro e di sé. E accanto a questa ombra che ferisce a morte le grandi metropoli del continente, emerge il volto oscuro dell'America degli anni Settanta, restituito attraverso il racconto di una caccia all'uomo che coinvolgerà tutti, poliziotti e giudici, politici e giornalisti, beffati dall'astuzia dell'assassino e incatenati, loro malgrado, alla sua testarda, deviata umanità.


C’è tanto in questo libro.
C’è un bambino vittima della brutale violenza da parte di sua madre che a sua volta ha subito violenza.
Il male che non si ferma ma che affonda le sue radici nell’animo di un figlio, il male che passa dalla madre al figlio fino a conseguenze estreme.
C’è la politica che cavalca l’onda dell’emotività pubblica per raggiungere i suoi obiettivi, raccogliere voti e sedere laddove il potere sarà a disposizione.
C’è la carta stampata che a seconda delle proprie convinzioni politiche sostiene questo o quello a suon di scoop e rivelazioni, quella carta stampata che si siede a tavolino scegliendo le tattiche e gli schemi da seguire. E sarà proprio un giornalista che chiamato, per la sua bravura nelle investigazioni, da chi dirige riuscirà a dipanare la matassa.
C’è la polizia che brancola nel buio a causa della sfuggente figura del protagonista Thomas Bishop.
Una trama che si dipana per 798 pagg., pagine adrenaliniche, la cui lettura scorre veloce e che ogni volta ti fanno chiedere fino a quale punto estremo può arrivare l’animo umano nel quale il male ha affondato le sue radici.

avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Lun 3 Mar 2014 - 13:17

io ho iniziato a leggere 'l'ombra del sicomoro'' di John Grisham, era un po' che non leggevo suoi libri i cosidetti ''legal thriller''  Smile 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Ven 7 Mar 2014 - 19:47



Quando la nuova maestra viene soprannominata Arpia Sferza e quando ogni giorno di scuola si trasforma in una battaglia, potete ben credere che in IV D ne succedono davvero di tutti i colori! Tra scheletri da rimontare e motociclette, generali austriaci e fantasmi in cornice, lettrici di fotoromanzi e pantere di velluto, tre eroine come Elisa, Prisca, Rosalba condurranno la loro lotta contro l'ingiustizia, a costo di aspettare che la vittoria arrivi lenta ma inesorabile come una tartaruga...

Una lettura deliziosa ed incantevole.
La Pitzorno è un'importantissima scrittrice di libri per bambini.
Ma il bello è che, ovviamente, possono e devono essere letti anche dagli adulti.
Siamo in Sardegna, anno scolastico '49-'50.
Le protagoniste frequentano la scuola elementare e sono in quarta.
Devono affrontare una novità, una nuova maestra che non si può certo dire simpatica e che scatenerà nelle tre protagoniste principali Prisca, Elisa e Rosalba tutte le migliori intenzioni perchè possa cadere nelle trappole che le tenderanno nel corso dell'anno scolastico.
Prisca mi ha particolarmente colpita.
Da grande vuole fare la scrittrice e adora scrivere storie dove riversa tutta la sua fantasia.
E davanti alle ingiustizie le accade qualcosa di particolare, il suo cuore comincia a battere forte, prende la mano di una delle sue amiche, l'avvicina e dice "ascolta il mio cuore".
Il libro è suddiviso in dieci capitoli ( per ogni mese dell'anno scolastico ).
Per me è stata una lettura divertente, emozionante, commovente.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Sab 8 Mar 2014 - 18:15

ah nei libri per bambini adesso istigano a fare gli scherzi alle maestre? Very Happy
avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Sab 8 Mar 2014 - 20:00

sturmunddrang ha scritto:ah nei libri per bambini adesso istigano a fare gli scherzi alle maestre? Very Happy

Ma la maestra li merita tutti, è di una cattiveria  Sad 
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Lun 10 Mar 2014 - 11:54

tipo sig.ra rottermaier??
mi fa venire in mente qualcuno di nostra conoscenza  Very Happy 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Mar 11 Mar 2014 - 20:15

miss marple ha scritto:tipo sig.ra rottermaier??
mi fa venire in mente qualcuno di nostra conoscenza  Very Happy 

 uauaua uauaua uauaua 

Tornando serie, magari sig.ra rottermaier !!!
Angherie contro le bambine povere che frequentano la sua classe !!!!!
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mer 12 Mar 2014 - 12:11

una tipa così era la prof. di matematica di mio figlio alle medie  mazza 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Gio 13 Mar 2014 - 19:57



Painter's Creek, nell'Ohio, è una cittadina rurale silenziosa in cui coabitano una comunità amish e una inglese; ma è anche il luogo in cui, sedici anni fa, si è consumata una serie di brutali omicidi. Kate Burkholder, che all'epoca era solo una ragazzina, è scampata in extremis dall'essere uccisa; ma quell'esperienza le ha lasciato un senso di terribile fragilità, di perdita di innocenza, e la sensazione di non appartenere più alla comunità in cui viveva. E, da quel giorno, il killer si è misteriosamente fermato. Sono passati molti anni, e a Kate, che ormai è una donna, viene chiesto di tornare proprio a Painter's Creek come capo della polizia. È sicura di poter affrontare l'incarico, per il quale è adatta grazie alle sue origini e alla conoscenza della zona. Ma quando in un campo innevato viene trovato il corpo di una ragazza sgozzata, di colpo il passato torna nella sua vita. Kate è decisa a fermare il killer prima che possa colpire ancora; ma per dargli un nome e un volto, dovrà tradire il suo legame con gli amish e la sua stessa famiglia... e svelare un oscuro segreto che potrebbe metterla in serio pericolo.


Stile diretto, asciutto, essenziale.
Mi è piaciuta molto la parte dedicata alle figure di Kate e John per quanto riguarda l'aspetto legato alla loro personalità, alle vicende passate che hanno dovuto affrontare e che in qualche modo li accomuna e li fa ritrovare sulla stessa lunghezza d'onda.
Ognuno sarà un sostegno per l'altro e farà ritrovare loro una serenità tanto ricercata ed agognata.
La trama è avvincente, un buon thriller che mi ha tenuta incollata alle pagine.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Ven 14 Mar 2014 - 16:39

a proposito di thriller, per natale mio figlio ci ha regalato un'abbonamento ai gialli mondadori. Ne sono arrivati due insieme, mo mi devo dare alla lettura e poi rento conto  controllando 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Sab 22 Mar 2014 - 14:47



Tiziano Terzani, sapendo di essere arrivato alla fine del suo percorso, parla al figlio Folco di cos'è stata la sua vita e di cos'è la vita: "Se hai capito qualcosa la vuoi lasciare lì in un pacchetto", dice. Così racconta di tutta una vita trascorsa a viaggiare per il mondo alla ricerca della verità. E cercando il senso delle tante cose che ha fatto e delle tante persone che è stato, delinea un affresco delle grandi passioni del proprio tempo. "Se mi chiedi alla fine cosa lascio, lascio un libro che forse potrà aiutare qualcuno a vedere il mondo in modo migliore, a godere di più della propria vita, a vederla in un contesto più grande, come quello che io sento così forte." Un testo che è il suo ultimo regalo


Difficile e complicato trovare le parole giuste ed adatte per descrivere le emozioni che mi ha procurato la lettura de "La fine è il mio inizio".
Quello che sicuramente mi viene facile scrivere è che se cercate un libro che vi faccia riflettere, commuovere, sorridere, viaggiare stando comodamente seduti, questo è il libro che fa per voi.
A dispetto della motivazione per cui questo libro è stato dato alle stampe, motivazione che senza dubbio procura emozione e commozione, "La fine è il mio inizio" regala tanta serenità e speranza.
La speranza di riuscire a trovare sempre la bellezza del mondo nonostante le brutture, nonostante i continui errori che il genere umano compie. L'uomo non impara mai e la storia si ripete.
Ma mai smettere di cercare ed ammirare la bellezza che il mondo ci regala ogni giorno dovrebbe essere l'imperativo da seguire sempre.
Terzani lo dice, lo pensa, ci crede e lo afferma attraverso le esperienze che ha vissuto.
E crede tantissimo anche nell'importanza di seguire le proprie inclinazioni, di dare sempre un senso alla propria vita e di non sprecarla. Terzani è riuscito in questo intento ... "E una delle cose a cui tengo moltissimo è che tu capisca che quello che ho fatto io non è unico. Io non sono un'eccezione. Io questa vita me la sono inventata, e mica cento anni fa, ieri l'altro. Ognuno la può fare, ci vuole solo coraggio, determinazione, e un senso di sé che non sia quello piccino della carriera e dei soldi; che sia il senso che sei parte di questa cosa meravigliosa che è tutta qui attorno a noi. Vorrei che il mio messaggio fosse un inno alla diversità, alla possibilità di essere quello che vuoi. Allora, capito? E' fattibile, fattibile per tutti" - "Cosa è fattibile?" - "Fare una vita, una vita. Una vera vita, una vita in cui sei tu. Una vita in cui ti riconosci."
Questo libro è un grande testamento che Terzani ha lasciato.
La fortuna di chi scrive e pubblica sta nel fatto che le sue parole non andranno perse, con o senza la presenza fisica dell'autore, ma rimarranno in un libro e nel cuore e nell'anima di chi ha voglia di leggerle. Le parole ci sono sempre e comunque.
Il titolo poi è assolutamente emblematico ... "Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi della vita del cosmo ed essere parte di tutto. Questa mia vita, è la vita dell'Essere, è la vita cosmica di cui mi sento parte. Per cui non perdo niente, staccandomi dal corpo io non perdo niente. Allora, questa è la fine ma è anche l'inizio."
Grande ammirazione per quest'uomo che è riuscito a dare un senso alla sua vita ed a raggiungere una grande consapevolezza per ciò che riguarda il senso della propria fine.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Sab 22 Mar 2014 - 17:16

sì veramente, io ho amato moltissimo tutti i libri di Terzani, mi ha permesso di uscire dalla, a volte oppressiva, quotidianità per viaggiare in tutto il mondo  scopa 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mer 26 Mar 2014 - 13:23

Sopra, sotto e dentro il libro: leggere oltre il reale













Prendono vita i grossi tomi impolverati e diventano parte fisica del reale, creano all'esterno quell'atmosfera interiore che solo chi è lettore conosce: "Così - spiega Joel Robinson - sono fatti i mondi in cui mi rifugio quando leggo"


non ho capito molto lo scopo della cosa  mah ........... questo è un fotografo o un lettore accanito?  chissà 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mar 1 Apr 2014 - 12:25

libreria ''acqua alta'' a Venezia


"Venezia è allagata...... ma la Libreria Acqua Alta è regolarmente aperta. In effetti, è nel suo elemento". Di fatto, la particolare collocazione dell'esercizio costringe il proprietario a frequenti traslochi delle pubblicazioni, dal basso verso l'alto e viceversa



_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mar 1 Apr 2014 - 13:00

che vita santissima.


cmq mi ritrovo a DOVER leggere "le ho mai parlato del vento del nord" a pagina 2 è già una cagata pazesca. ho resistito per circa 12 pagine durante le quali mi sono domandata come fa una cagata pazesca dle genere ad esser unbest seller internazionale alpunt da farci degli spetacoli: sono giunta alla cnclusone che lagente , indipendentemtne dalle latitutidini sta davvero molto ma molto male e cerca e apprezza deel cose che gli impantanino ancora di più la loro giàpoverissima situazione intellettiva. dopodichè ho passaton rassegna nella mia testa sedie e tavoli traballanti da pareggiare con un libro. poi ho letto il finale. e mi è venuta una depressione micidiale: perchè gente che scrive cagate di questo genere deve fare un successo talee guadagnarci pure dei soldi? finirò avvero per mollare tutto. tutto poi, quello che ho in mano è valutato poco più di zero e a sto punto forse ho davero sbagliato tutto

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mar 1 Apr 2014 - 14:05

non lasciarti andare al tuo destino  empathy2 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mar 1 Apr 2014 - 19:03

messa così sembra un destino di merda...

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mer 2 Apr 2014 - 11:43

uauaua   uauaua 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mer 2 Apr 2014 - 13:00

e beh oh

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Mer 2 Apr 2014 - 18:30

In genere bisogna diffidare di questi libri che vendono a destra e a manca e vengono sbandierati ai quattro venti.
Per farvi un esempio. Ci sono cascata con Jeffery Deaver. Autore che vende tantissimo in tutto il mondo. Decido di leggere "Il collezionista di ossa", mai letto il libro e mai visto il film.
In corso di lettura ho apprezzato molto la caratterizzazione dei personaggi e in particolar modo dei due protagonisti principali Lincoln Rhyme e Amelia Sachs, entrambi con un passato che li ha profondamente segnati e che si ritroveranno a sostenersi vicendevolmente nelle indagini intraprese per individuare il collezionista di ossa e fermare la sua furia omicida. Rhyme è immobilizzato a letto a causa di un incidente, riesce a muovere solo la testa ed un indice, e Amelia diventerà le sue braccia e le sue gambe.
Mi hanno divertito i “battibecchi” tra Thom, assistente di Rhyme, e Rhyme stesso.
Mi hanno ricordato per certi aspetti quelli che intercorrono tra Nero Wolfe e il suo assistente Archie Goodwin.
E precise e dettagliate sono le descrizioni dei mezzi investigativi utilizzati per analizzare le prove e poter giungere nel più breve tempo possibile alla risoluzione del caso.
Detto questo quello che mi ha lasciata completamente interdetta è sicuramente il finale.
Finale che mi ha tolto ogni qualsivoglia curiosità di procedere con la lettura degli altri titoli che compongono la serie.
Finale : Rhyme ( che vi ricordo è immobilizzato a letto perchè tetraplegico) ammazza il collezionista di ossa azzannandolo alla gola  Shocked signur bah ...i sali .
Ora, con tutto il rispetto che ho verso ogni lettore, ma mi spiegate come si fa a leggere roba del genere ???!!!
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Mer 2 Apr 2014 - 19:07

Laughing 

avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum