Topini di biblioteca

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Mer 2 Apr 2014 - 19:12

avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Gio 3 Apr 2014 - 14:46

l'idea è bella ma penso che attecchirà poco visto che la vendita già di una copia di un libro è un evento.
Ho seguito la scorsa settimana un dibattito sui libri per bambini e ragazzi che sono stati presentati di recente alla fiera del libro poer ragazzi di Bologna.
Alcuni librai ed editori si lamentavano del fatto che per queste categorie si scriva poco o niente in Italia, allora una docente universitaria di letteratura ha spiegato che molti dei suoi studenti presentano tutti gli anni e-book anche interattivi con immagini realizzate in 3d ma, a differenza dell'estero, in Italia nessuno è interessato, mentre sembra che il futuro del libro per ragazzi sia questo, anzi all'estero già una realtà.

Invece come abbiamo sentito ieri sera il libro del Castoldi che sembra non sia del Castoldi è lettera morta. Amen

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Gio 24 Apr 2014 - 11:33



E' nata la prima piattaforma di crowdfunding del libro
Sui modelli britannico e statunitense, anche in Italia ora la community può scegliere un titolo e sostenerne dal basso la pubblicazione. "Un'esperienza partecipativa che si sottrae alla divisione rigida cartaceo-digitale", spiega Tomaso Greco, uno degli ideatori


C’è una novità nell’editoria italiana che si chiama bookabook, ed è la prima piattaforma di crowdfunding del libro. Un po’ come per il britannico Unbound o lo statunitense Pubslush, è la community che sceglie un libro e ne sostiene dal basso la pubblicazione, realizzando un modello di business partecipato. Come funziona? Ti colleghi alla piattaforma, dove trovi una selezione di libri inediti, sia di autori affermati sia di esordienti, di cui puoi leggere subito l’anteprima.

Se ti piace la storia e vuoi andare avanti a leggere, puoi partecipare con un’offerta minima di 3 euro. Ogni libro per essere pubblicato ha 30 giorni di tempo per raccogliere la somma necessaria per coprire i costi della piattaforma e di chi ci lavora, di redazione e revisione dei testi, di lavorazione grafica e tecnica e di compenso dell’autore. L’idea è di due giovani imprenditori digitali, Emanuela Furiosi e Tomaso Greco, che hanno dato vita alla piattaforma assieme agli agenti letterari Claire Sabatié-Garat e Marco Vigevani.

«Decidendo di finanziare un titolo dal basso il lettore concorre in prima persona al successo del testo, entrando a fare parte di una community editoriale in cui i lettori diventano protagonisti del destino dei libri» spiega Tomaso Greco, 33 anni, milanese, «bookabook si sottrae alla divisione rigida cartaceo-digitale ma offre un’esperienza partecipativa, diversa sia dall’acquisto in libreria sia da quello in uno store digitale». Nel 2013 l’editoria tradizionale ha perso, rispetto all’anno precedente, il 9% dei lettori. Nello stesso periodo l’editoria digitale ha registrato un +17%. Il costo medio di un libro cartaceo è di 17,31 euro mentre quello di un titolo digitale è di 8,63.

La prima proposta di bookabook è un giallo: “Solovki” di Claudio Giunta, docente all’università di Trento e già autore di saggi accademici, ma esordiente di narrativa. Il libro sarà pubblicato se verranno raccolti almeno 4.000 euro entro il 29 aprile 2014. Oltre al contributo base di 3 euro, si possono investire cifre crescenti che danno diritto a una serie di premi: con 25 euro, ad esempio, assieme all’ebook si ottiene un caricabatteria per tablet. Con 30, si riceve a casa il libro con dedica dell’autore in edizione cartacea limitata con copertina rigida. I due prossimi martedì del mese, conosceremo gli altri titoli proposti dalla piattaforma. Se non fosse raggiunto il plafond minimo, la cifra investita sarà interamente restituita. Se invece la campagna si chiude con successo, tutti i sostenitori riceveranno in anteprima il testo in formato ebook. E a quel punto il libro sarà pronto per avere vita propria e riuscire a sbarcare, magari, in libreria.

 Embarassed   fon   oh yes  me piasce
ci faccio un pensierino  sisi 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sunflower il Gio 24 Apr 2014 - 15:49

Brava miss! ok
avatar
sunflower

Messaggi : 2282
Data d'iscrizione : 25.02.13
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Gio 24 Apr 2014 - 20:34

che bello  sisi 

che fai miss, inizi a scrivere il tuo primo giallo? Very Happy
avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Ven 25 Apr 2014 - 12:03

Cool   Very Happy 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Sab 26 Apr 2014 - 18:04

Vai Miss  sisi   ok 
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Lun 28 Apr 2014 - 11:07

Embarassed 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Ven 6 Giu 2014 - 11:11







Nella biblioteca di Harvard è stato trovato un libro rilegato in pelle umana. Si tratta di "Des destinées de l'ame" (I destini dell'anima), scritto dal poeta francese Arsène Houssayeè e pubblicato nel 1880. E' l'università stessa ad aver condotto le analisi sulla copertina e confermato la nota dell'autore riportata nel libro: "Guardando attentamente se ne vedono i pori - aveva scritto regalando il volume a un amico - Un libro sull'anima umana merita di avere una copertura umana". La pelle sembrerebbe appartenere alla schiena di una donna malata di mente e morta di ictus. La pratica di rilegare i libri con tessuto cutaneo, che oggi può sembrare macabra, un tempo era considerata normale e prendeva il nome di "bibliopegia antropodermica"


 boh 
ah allora era normale anche quando l'hanno fatto i nazisti?  ahahno 

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Ven 2 Gen 2015 - 19:15

fra quelle che l'hanno letto, non c'è nessuna che recensisce il libro castoldiano? musico

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sunflower il Dom 4 Gen 2015 - 15:01

sì giusto dai son curiosa anch'io Very Happy
avatar
sunflower

Messaggi : 2282
Data d'iscrizione : 25.02.13
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Lun 5 Gen 2015 - 9:17

a me interessa di più illibro in pelle umana

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da sturmunddrang il Lun 5 Gen 2015 - 18:31

miss marple ha scritto:fra quelle che l'hanno letto, non c'è nessuna che recensisce il libro castoldiano? musico

perchè non cominci tu? Cool


è uno zibaldone, come fai a recensirlo?
a me è interessata soprattutto la questione della sua attuale visione della musica / del mondo, in effetti le ultime cose sono perfettamente il linea con la sua analisi chissà
avatar
sturmunddrang
Admin

Messaggi : 3843
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Lun 5 Gen 2015 - 23:41

ke analisi? mi sntetizzate?

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Mar 6 Gen 2015 - 9:54

eh Scass è un po' dura da sintetizzare, cioè o leggi il libro o se no non ci si arriva perchè è veramente uno zibaldone, un flusso di coscienza che parte da a per arrivare a g dopo essere passati da z.
è diviso in capitoli ma va e viene fra i ricordi, le sue considerazioni, riferimenti letterari etc.
cmq vale veramente la pena leggerlo

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Mar 6 Gen 2015 - 17:04

nn so guarda non ho proprio voglia

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 18 Gen 2015 - 14:43



Descrizione:
Tutti, anche i più sprovveduti, sanno che in Cina le coppie non possono avere più di un figlio. Le autorità cinesi sono molto attente al controllo demografico, e chi trasgredisce incorre in severe sanzioni. Come fa allora la modesta signora Ming, addetta alle pulizie della toilette per gli uomini del Grand Hotel di Yunhai, ad avere dieci figli? Il moderno e spregiudicato imprenditore francese, a Yunhai per affari, ritiene che la donna lo voglia prendere in giro. Si diverte a parlare con lei, ad ascoltare le storie che lei gli racconta sui suoi figli immaginari, e ne approfitta per praticare la lingua del luogo, il cantonese, ma di base è convinto che la donna sia una mitomane. Nel corso dei giorni, però, man mano che si dipanano le vicende dei figli inesistenti, l'uomo d'affari cambia parere. Le parole della signora Ming, farcite di precetti di Confucio, gli fanno apparire l'esistenza sotto un'altra ottica, lo spingono a indagare sui labili confini che dividono la verità dalla menzogna e lo portano, infine, a rivalutare la sua stessa vita e a considerare seriamente la possibilità di una paternità fino ad allora accuratamente evitata.


E non posso fare altro che riconfermare il mio amore per Schmitt. La signora Ming è una donna che con la sua umiltà e dignità insegna tanto.
Molto spesso siamo circondati da persone che credono di essere chissà chi, ma che in realtà rappresentano il vuoto totale. Schmitt attribuisce invece ad una persona umile e dignitosa il potere della parola e dell'insegnamento, potere che può cambiare chi ha voglia di ascoltare ed imparare.

Consigliatissimo!
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 18 Gen 2015 - 14:46



Descrizione :
Questo apologo allegro e scanzonato ha per protagonista la stravagante figura di una santa munita, secondo la tradizione, di un mazzetto di fulmini: santa Barbara. Un bel giorno la sua statua viene fatta trasportare dal Reconcavo a Bahia per una esposizione d'arte sacra. Ma già durante il breve viaggio, su un peschereccio, la statua comincia a dar segni di irrequietezza: per rimettere a posto alcune situazioni che non le vanno a genio, al momento dell'attracco prende vita e, assunto l'aspetto di Yansà, signora dell'uragano e della guerra, se ne va in giro per le strade, seminando panico e raccogliendo reverenti omaggi. Siamo negli anni della dittatura militare, e la sparizione della statua getta nello scompiglio la polizia e la stampa.

Bello, bello, bello, un gioiellino. Un inno alla vita e alla gioia. Un monito a non sprecare nulla della nostra vita, a non farci ingabbiare dalle mura che spesso ci costruiamo intorno. E se abbiamo sprecato tempo non e' detto che sia tardi. Possiamo e dobbiamo recuperare! Un' ottima lettura che consiglio.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 18 Gen 2015 - 14:50



Descrizione:
Oliver Ryan è un uomo sicuro di sé. Unisce, come dice Michael, suo amico sin dai tempi dell'università, "un'avvenenza poetica" a modi compiti e riservati. Una combinazione irresistibile per le numerose ragazze da lui sedotte in gioventù, quando se ne andava in giro come un divo del cinema coi suoi completi di lino e gli occhi scuri da bel tenebroso. Una combinazione irresistibile anche per tv e media dublinesi, che fanno a gara per averlo nei talk show e sulle pagine delle riviste patinate. Oliver Ryan è, infatti, uno scrittore famoso, uno dei più noti autori irlandesi di libri per bambini. Come sovente accade agli uomini di successo, ha una compagna dolce e carina: Alice, che illustra magnificamente le sue opere, ma rifugge le luci della ribalta ed è così schiva che non vuole nemmeno rivelare che l'illustratrice dei volumi di Vincent Dax - il nom de plume di Oliver - è sua moglie. Una sera di novembre del 2011, dopo una cenetta deliziosa a base di tajine di agnello, roulade con i lamponi e Sancerre, accade l'irreparabile. Nella casa della coppia, situata nell'elegante Pembroke Avenue, Oliver picchia così selvaggiamente Alice da ridurla in coma... un corpo inerte disteso per terra, la testa e il tronco curvi come un punto interrogativo. La notizia fa subito il giro di tv e giornali. Com'è possibile che il carnefice dell'illustratrice sia proprio Vincent Dax? Lo scrittore venerato da un ampio pubblico per i suoi modi cortesi e per l'irresistibile fascino della sua persona?

Più che letto, devo dire "divorato".
Storia raccontata in prima persona dal protagonista, Oliver Ryan, e dagli altri personaggi che in un modo o nell'altro hanno incrociato la loro vita con la sua.
Vicende che si incastrano alla perfezione e che mi hanno tenuta incollata dall'inizio alla fine.
Opera prima di Liz Nugent.
Lettura consigliatissima!
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 18 Gen 2015 - 15:01

Da ieri sera in lettura "David Copperfield". Della serie meglio tardi che mai Smile

avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da La Sкaßalqaatsaя il Dom 18 Gen 2015 - 19:51

mai letto. probabilmente per un rifiuto mio nei confronti di dickens

_________________
si legge SCASSALCÁZZAIA

avatar
La Sкaßalqaatsaя
Admin

Messaggi : 3968
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Dom 18 Gen 2015 - 20:30

La Sкaßalqaatsaя ha scritto:mai letto. probabilmente per un rifiuto mio nei confronti di dickens

Mi sta piacendo e molto anche.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Lun 19 Gen 2015 - 12:26

a me la scrittura di dickens è sempre piaciuta.
Non ho amato il circolo pickwick mentre invece oliver twist e david copperfield li ho letti anche in inglese. Credo che questi ultimi due romanzi fossero anche il racconto in parte di sue esperienze personali

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Lia6641 il Mer 21 Gen 2015 - 19:12

miss marple ha scritto:a me la scrittura di dickens è sempre piaciuta.
Non ho amato il circolo pickwick mentre invece oliver twist e david copperfield li ho letti anche in inglese. Credo che questi ultimi due romanzi fossero anche il racconto in parte di sue esperienze personali

Perchè non ti è piaciuto Il circolo Pickwick?
E' nella mia lista e prima o poi vorrei leggerlo.
avatar
Lia6641

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 14.09.12
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da miss marple il Gio 22 Gen 2015 - 13:50

mah .....forse perchè quel ritratto di inghilterra un po' buonista, allegrona, cordiale, umana non corrisponde a mio parere alle caratteristiche degli inglesi di oggi e di quel tempo. Trovo molto più reale l'inghilterra descritta in david copperfield, un paese in piena rivoluzione industriale ma ancora con delle grandi sacche di povertà

_________________
avatar
miss marple

Messaggi : 5556
Data d'iscrizione : 04.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topini di biblioteca

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum